GIOCO DELLA TRASFORMAZIONE

Porta un pizzico di Magia nella tua vita. Realizza i tuoi obiettivi personali

giocando!

Il GIOCO DELLA TRASFORMAZIONE® è un coaching della durata, solitamente, di una o due giornate intensive, riservato a gruppi di massimo 6 persone.

Il suo obiettivo è di attivare l’energia adeguata per aiutarti a realizzare uno specifico proposito personale su cui ti focalizzerai durante il gioco. Affinché ciò possa realizzarsi è indispensabile la guida di un facilitatore professionista e la collaborazione con gli altri giocatori. Ciascun giocatore gioca infatti per realizzare un proprio proposito personale, ma è grazie all'interazione e il supporto degli altri giocatori che sarai facilitato a raggiungere il tuo obiettivo. Il proposito può riguardare qualsiasi ambito della tua vita: personale, lavorativo, sentimentale, esistenziale, sociale, spirituale. Per aiutarti a capire meglio cos'è un proposito e come può essere formulato, eccoti alcuni esempi:

ESEMPI DI PROPOSITI

- Io intendo comprendere quali passi devo fare per migliorare la relazione con la mia compagna (o il mio compagno) per portare maggiore soddisfazione e felicità nel nostro rapporto.

- Io intendendo comprendere come aumentare la mia prosperità finanziaria

- Io intendo liberarmi dello stress collegato al mio lavoro ed acquisire maggiore fiducia nelle mie capacità e competenze.

- Io intendo trovare un fidanzato (o una fidanzata) e costruire una relazione stabile e soddisfacente.

- Io intendo diventare capace di motivare il personale della mia azienda per creare una equipe di lavoro dotata di forte spirito collaborativo.

- Io intendo mantenere la connessione con il mio sé profondo per esprimere pienamente me stesso.

- Io intendo liberarmi di quei blocchi personali che mi impediscono di vivere la mia vita in maniera più creativa, gioiosa e armoniosa.

COME FUNZIONAIl gioco è una rappresentazione allegorica del percorso della vita. C’è un tabellone con il percorso di vita di ciascun giocatore, un dado, delle pedine (simbolo del corpo dei giocatori), una busta dell’inconscio per ciascun giocatore che deve essere riempita da tre tipologie di carte differenti: angeli, risorse, ostacoli. Gli angeli non vanno confusi con gli angeli della religione, né con gli angeli della cultura new age: all'interno del gioco della trasformazione rappresentano delle energie, dei mentori, delle forze archetipali, che sostengono gli obiettivi dei giocatori. Le risorse possono riferirsi a capacità già acquisite che, come nella vita, talvolta ci dimentichiamo di possedere finché qualche persona o evento ci porta a ricordare che le abbiamo e possiamo attingere da esse, o a capacità potenziali, che non abbiamo ancora raggiunto ma che ci appartengono in potenza. Gli ostacoli rappresentano le sfide da superare per il perseguimento del nostro obiettivo, possono riferirsi a schemi mentali limitanti o a situazioni che provocano disagio emotivo. Ci sono inoltre quattro schede che corrispondono al livello fisico, emozionale, mentale e spirituale del percorso di vita di ciascun giocatore che vanno riempite con alcune delle carte che si presenteranno durante il gioco. Durante il gioco si possono acquisire anche cartine di consapevolezze, che rappresentano qualità che ci aiutano a raggiungere il nostro obiettivo e lacrime che rappresentano ciò che ci rallenta. Idealmente il gioco è concluso quando ciascun giocatore completa ogni livello di ciascuna scheda, non ha più lacrime sul suo percorso, ed ha svuotato la busta dell’inconscio. Tuttavia non è indispensabile completare tutti i livelli e svuotare completamente la busta dell’inconscio affinché il gioco sia efficiente.

Nel seminario condotto da facilitatori accreditati, il facilitatore oltre ad illustrare le regole del gioco che sono molto più articolate e complesse di quelle del gioco in scatola reperibile in commercio (peraltro non più disponibile in lingua italiana), accompagna e sostiene ciascun giocatore per indirizzarlo al perseguimento del suo obiettivo attraverso tecniche avanzate di coaching.

Sono inoltre previsti brevi spazi di “sintonizzazione” (meditazioni) per aiutare i giocatori ad entrare in contatto con il loro Sé profondo e con le energie interiori che ne sostengono i rispettivi propositi.

LE ORIGINI DEL GIOCO DELLA TRASFORMAZIONE

Il Gioco della Trasformazione è stato ideato a Findhorn, il celebre eco villaggio scozzese, da Joy Drake e Kathy Tyler. Le due autrici, ispirandosi alla loro esperienza di vita in comunità e alle loro conoscenze nell'ambito della crescita interiore dell’uomo, hanno ideato un gioco che rispecchia allegoricamente il percorso di vita dell’essere umano. Se sei interessato a saperne di più sulle origini del gioco della trasformazione visita le pagine:

https://www.findhorn.org/workshops/game/

http://www.isabellapopani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=38&Itemid=193

QUANTO COSTA?

La giornata intera - circa 8 ore di gioco (max 4 partecipanti) costa euro 120,00 a partecipante

Il week end intensivo - circa 18 ore di gioco (max 6 partecipanti) costa euro 200,00 a partecipante

Vitto e alloggio sono esclusi.

DOVE SI SVOLGE?

Nel cuore di Genova, in pieno centro, in Via Mascherona 6A a tre minuti a piedi dalla fermata metropolitana S.Agostino. La zona è ricca di hotel, bed and breakfast e ristoranti deliziosi per tutti i gusti e per tutte le tasche!

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SCRIVIMI: dott.ssa Eva Franchi - evamariafranchi@gmail.com

PROSSIMI EVENTI: CLICCA QUI

DOMANDE FREQUENTI:

SI PUO’ GIOCARE CON PIU’ DI UN PROPOSITO PER VOLTA?

La risposta è NO. Si può giocare un solo proposito per volta. Tuttavia potrebbe succedere, soprattutto se dovessi partecipare a sessioni intensive di più giorni, che un giocatore arrivi a completare tutti i livelli e a svuotare la sua busta dell’inconscio alcune ore prima della conclusione prevista del gioco. In questo caso è possibile, se il giocatore lo desidera, ricominciare a giocare portando un nuovo proposito, ma nelle sessioni di due giorni ciò accade molto raramente.

HO TANTI PROPOSITI CHE VORREI REALIZZARE E NON RIESCO A DECIDERMI QUALE SCEGLIERE

Potresti avere più di un proposito che ti sta a cuore, ad esempio uno di natura sentimentale ed uno di natura professionale, in questo caso il consiglio è di scegliere il proposito che è prioritario per te in questo specifico momento della tua vita. Il proposito prioritario non è necessariamente quello più importante a livello esistenziale per te, ad esempio, il proposito più importante di una persona potrebbe riguardare la sua vita sentimentale, ma questa potrebbe rendersi conto che finché non risolve i problemi legati alla sua sfera lavorativa difficilmente riuscirà a realizzare le sue aspirazioni di natura sentimentale. Nella scelta del proposito da formulare, quindi, focalizzati su quello che è prioritario per te adesso.

POSSO FARE UN NUOVO GIOCO SULLO STESSO PROPOSITO?

No, non è possibile, neanche nei rarissimi casi in cui un giocatore finisca il suo gioco molto prima degli altri giocatori. In questo caso si può valutare se ricominciare a giocare con un nuovo proposito, ma non con lo stesso. È possibile invece riformulare un nuovo proposito che derivi dal primo in quanto risultato del processo di trasformazione e rielaborazione del proposito precedente. Eccoti un esempio pratico:

1° proposito: Io intendo usare il mio tempo in maniera più efficiente per portare a termine i miei impegni lavorativi e sentirmi in pace con me stesso.

2° proposito: Io intendo trovare il modo per ottenere un maggiore equilibrio tra la mia necessità di lavorare e quella di dare spazio alla mia creatività in modo da godermi pienamente vita.

QUANTO SPESSO POSSO PARTECIPARE AL GIOCO DELLA TRASFORMAZIONE?

Non esiste una regola rigida al riguardo, tuttavia, in linea di massima, consiglio di non partecipare a più di un seminario al mese anche qualora tu avessi altri propositi da giocare. È meglio focalizzarsi su un solo proposito per volta per lasciare il tempo alle energie attivate dal gioco di portare avanti la loro azione. Giocare su un nuovo proposito a pochi giorni o una sola settimana di distanza dal gioco precedente rischierebbe di disperdere le energie che sono necessarie per la realizzazione del primo proposito.

SE HAI ALTRE DOMANDE VISITA LA PAGINA: http://www.giocodellatrasformazione.com/gioco/domande-frequenti/